Conventino di Loreto

SUORE SANTA MARIA DI LORETO

Le Suore di Santa Maria di Loreto con il restauro della Chiesa di Loreto e dei locali annessi e con l'apertura di un centro di spiritualità, offrono una Casa ispirata al carisma di Nazareth.

tl_files/file_e_immagini/Images/TURISMO_CULTURA/interni.jpg

LA STORIA

Dal 1474 al 1805 la parrocchia di Livorno Piemonte, dove è situato il "Convetino", fu aggregata alla diocesi di Casale M.to (AL).
I primi documenti casalesi relativi alla cappella di Loreto in Territorio livornese risalgono al 1625.
"Alcuni particolari di Loreto desiderano fabbricare un picciol tempio ad honore di Dio e della Gloriosa sempre vergine Maria, in sembianza della Santa Casa di Loreto, sopra li fini di detto luogo, ove già vi è una Cappelletta con l'istesso titolo".
Il 9 maggio 1625 la Curia diede l'autorizzazione "di costruire tale sacello".
Il canonico Francesco Antonio Nicolina (1714 - 1776) nel suo manoscritto intitolato "Storia dell'antico Borgo di Livorno" annotò:
"Distate mezzo miglio verso mezzodì vi è una fabbrica di SS. Esercizi, assai bella, detta la Madonna di Loreto. Anticamente vi era una chiesa sola fatta edificare da Pietro Ronco con l'abitazione di un Romito. L'anno 1720 il canonico Giuseppe Maria Perucca fece costruire vicino una fabbrica per santi esercizi. Il nipote Alberto Perucca fece costruire il Porticato alla chiesa a due braccia di stanze a due piani. Una lapide posta nella chiesetta ricorda queste costruzioni: A.D. MDCCIZIV. Nel 1771 si è costruita la strada retta che da Livorno tende a questa chiesa. Si voleva costruire anche un ospedale ma l'idea fu abbandonata".
Nella "Relazione storico - artistica" del Geom. G.F. Giuliano è trascritto un brano del documento settecentesco:
"Virginis Lauretane Edificium.

tl_files/file_e_immagini/Images/TURISMO_CULTURA/cappella.jpg

Il corpo di questa chiesa è assai grosso con muraglie sode e bianchite di fuori. Nell'ingresso della porta vi è subito la Cappella dedicata alla B.V. di Loreto fatta in volta bianchita con muraglie rozze. (...). Sopra il gradino superiore vi è un graticola di legno colorito, e dietro esso Altare vi è la muraglia dipinta con uno spazio da essa all'Altare nella qual muraglia vi è la Statua di legno di Maria Vergine, rinchiusa in un nicchio di legno con Vetriata per chiudere.
Questa chiesa è tutta costruita al modo della casa di Loreto"
Durante la rivoluzione francese i locali sono furono dai militari e caddero in rovina.
Nel 1828 lo stabile fu restaurato a cura di tre livornesi.
Nel 1867 l'Opera fu soppressa per legge statale ed i beni furono incamerati dal Demanio.
Nel 1870 a cura del conte Arturo Perucca Della Rocchetta i fabbricati furono adibiti ad abitazioni private, e la chiesa fu frequentata dai fedeli solo nella festa annuale.
Nel 1896 la fondatrice delle suore di S. Maria di Loreto, Suor Natalina Bonardi, acquisto' il fabbricato che divenne la Casa Madre della congregazione. Successivamente la casa venne venduta.
Nel 1988 - 1989 la Congregazione ha riacquistato il complesso di Loreto per ricavarne un centro di spiritualità e beneficio di tutta la Chiesa.