Girardi Giuseppina

Bibliografia e personalità artistica. Giuseppina Girardi è nata a Bianzè in provincia di Vercelli. Risiede e lavora a Livorno Ferraris sempre in provincia di Vercelli, in via Arturo Guglielmi n. 26. Dopo aver cominciato a dipingere in sordina, da autodidatta, decide di frequentare l'Istituto di Belle Arti di Vercelli, sotto la guida del valente maestro prof. Renzo Roncarolo, diplomandosi a pieni voti. E mantenendosi nel giusto limite per non abbassare l'arte a mestiere Giuseppina Girardi continua la sua ascesa in campo pittorico, dedicandosi con felici esiti al paesaggio e alla figura, vale a dire soggetti colmi di sostanziali contenuti figurativi, rimasti costanti nella sua arte.
I suoi dipinti, composizioni di colori e tonalità calde estremamente vigorose, denotano indubbiamente una personalità di artisti matura, capace di affrontare qualunque traversia che si presenti nella vita. I suoi artisti preferiti sono Monet e Manet ai quali si ispira nella ricerca impressionistica. Solo così essa afferma, attraverso le impressioni può moltiplicare le possibilità di comunicazione con il prossimo. Artista da polso, quindi, che non si scoraggia di fronte alle difficoltà: sempre alla ricerca di nuovi orizzonti pittorici.


Che sia di natura socievole, Giuseppina Girardi non c'è dubbio alcuno perché i suoi dipinti rispecchiano a prima vista  la sua bontà d'animo, la sua sensibilità al contatto dell'aria, della luce, delle voci della natura. Un angolo di prato, una contrada solitaria, degli alberi non sono soltanto un agglomerato di elementi statici ma dei momenti irreperibili influenzati dai sentimenti di quel particolare momento, dell'illuminazione, dalla posizione delle ombre, dalle relazioni spaziali. Il tutto da disporre di uguale misura affinché non nasca un penoso fraintendimento. Per cui ogni composizione, pittorica va letta non soltanto in relazione alla dimensione, ma come un processo poetico dove ogni parte deve essere strettamente connessa con altre, per essere tutte inserite nel contesto dell'insieme.
Osservando i dipinti di Giuseppina Girardi si vede come essa abbia capito che un'opera d'arte, sia che appartenga alla forma percettiva o al contenuto, deve rappresentare sempre, in concreto, il senso della piena liberazione poetica, da percepire immediatamente come proprietà sensoriale. Nel caso della pittrice vercellese i colori di memoria di conoscenza, e di apprendimento. Colori autentici nati dallo stupore e dal sentimento, tendenti a unire un'unica continuità ritmi e spazi; colori aperti e gioviali che hanno la facoltà di evidenziare la natura.

Immagini, dunque che rivelano una pittrice attenta a solerte a particolari timbri, alle sensazioni visive, ai rapporti emozionali ed anche a quelli spirituali. Lo si può notare anche e soprattutto nelle figure, nelle quali la forma ha vita perché presiede un tono che possiamo definire interiore. In esse Giuseppina Girardi ha cercato espressione e compatta unicità con un esame conoscienzioso dei particolari: un atto umile e semplice, all'insegna del conoscere e del progredire. Queste figure, questi nudi accrescono certamente il suo stile in senso descrittivo, e veristico insieme alla componente romantica appartenente al suo linguaggio pittorico.
Sono soggetti semplicemente umani che lasciano alle campiture colorate assumere forma e dimensione, sono pennellate che chiedono e si riconoscono come protagoniste di atteggiamenti e di situazioni. Con risultanti espressivi che vogliano essere, e sono, un'affermazione di piena liberta  verso quell'impressionismo che è la ragione della sua vita, della sua evoluzione e della sua elaborazione cromatica (Antonio Oberti). 
Pensiero sull'arte "L'arte per me è come un grande mare, a volte calmo e quieto, altre burrascoso e agitato, come può essere l'animo umano è quando queste sensazioni sono più sentite dal nostro "io" nascono le opere più belle".
Pensiero sulla vita "Per spiegare il mio pensiero sulla vita ho scelto questo brano tratto da una mia poesia dal titolo Ultimi guizzi di gioventù: Vorrei spiegare al vento dell'avventura le mie vele e lasciarmi trasportare dal mare della felicità le cui acque mi sono ignote".

COMMENTO ARTISTICO
"Delicato nella resa pittorica, legato alle proprie più intime emozioni, la Girardi non perde i contatti con la tradizione figurativa precedente  tradotta da una continua e vivificante modernità i colori tenui e delicati sono effusi da una luce armoniosa che porta ad un equilibrio di toni cromatici. Sulla tela si avvicendano paesaggi via via diversi ma tutti ugualmente filtrati dalla personalità dell'artista che da una straordinaria interpretazione della natura, protagonista indiscussa in queste creazioni. E così sotto il suo pennello prendono vita paesaggi, scene quotidiane, visioni punteggiate da timide forme e la natura si riscatta, finalmente, dominatrice inviolata e non più contrastata dell'uomo. Giuseppina Girardi con le sue creazioni vuole farsi partecipe di questo mondo incontaminato che la circonda, trasfondendo in esso i suoi 
sentimenti più intimamente nascosti, ma senza mutarlo profondamente, stravolgendone le caratteristiche. In questo modo delicatissimi paesaggi nascono magicamente sotto la mano dell'artista e plasmati in colori luminosi ed illuminati dalla luce diffusa."