L'orologio Atomico e le Novità dell'Ingegneria Elettronica

 

Itinerario e descrizione a cura dell'Istituto Tecnico Nazionale Galileo Ferraris e dell'Associazione "Amici del Museo Galileo Ferraris".

Il percorso consiste in una visita guidata a due dei laboratori scientifici dell'Istituto Elettronico Nazionale Galileo Ferraris.
I visitatori accedono al Laboratorio di Tempo e Frequenza, dove si trovano gli orologi atomici che fanno dell'istituto il punto di riferimento per la generazione della scala di tempo nazionale: la precisione di tali orologi, il cui errore massimo è di un miliardesimo di un miliardesimo di secondo al giorno, rende possibile la generazione del segnale orario a livello nazionale, segnale trasmesso quotidianamente dalla RAI. Il laboratorio, necessari per il confronto della scala di tempo nazionale e frequenza del nostro paese.
Interessanti anche i collegamenti satellitari attivi presso il laboratorio, necessari per il confronto della scala di tempo nazionale con quelle degli altri paesi. In particolare, il collegamento col satellite GPS (Global Positioning System), che ha anche contribuito all'evoluzione della guida su automobile
L'iniziativa proseguirà con la visita al settore che si occupa dello studio della proprietà magnetiche della materia.
I materiali studiati sono materiali magnetici "dolci", usati nei trasformatori, motori e apparecchiature elettroniche; parte dell'attività e dedicata alla certificazione per conto dell'industria.
Sarà possibile vedere in funzione la macchina per la modificazione rapida (Planar Flow Casting), che produce materiali amorfi utilizzati nel campo dell'elettronica; si assisterà inoltre ad alcuni esperimenti sulle proprietà dinamiche dei materiali (cicli di interessi).
Si potrà accedere, infine, al Laboratorio di Magnetico Ottica, dotato di sofisticate apparecchiature utilizzate per lo studio delle proprietà magnetiche dei materiali.
Questa visita guidata vuole essere uno strumento d'informazione rivolto a chi voglia accostarsi all'ingegneria elettrotecnica e ai risultati più avanzati della ricerca scientifica.