Rilascio Documenti e Certificati

CERTIFICATI ANAGRAFICI

Descrizione:
L'ufficio Anagrafe rilascia i seguenti certificati

  • stato di famiglia;
  • certificato di residenza;
  • certificato di cittadinanza;
  • certificato di stato libero;
  • certificato di stato vedovile;
  • certificato di godimento dei diritti politici;
  • certificato anagrafico di nascita;
  • certificato di esistenza in vita.

Tutti i certificati vengono rilasciati in carta libera, tranne per gli usi per i quali la legge. prevede il bollo. I certificati anagrafici hanno validità di sei mesi. Possono avere valore anche successivamente, se l'utente dichiara in calce al certificato che le informazioni in esso contenute non hanno subito modifiche.
N.B.: normativa: D.P.R. 30.05.1989 n. 223 D.P.R. 28.12.2000, n. 445

 

CARTA D'IDENTITA' ELETTRONICA

DAL 04/09/2018 IL COMUNE DI LIVORNO FERRARIS RILASCIA LA CIE

La Carta d'identità elettronica può essere richiesta presso il Comune di residenza o presso il Comune di dimora anche 6 mesi prima della scadenza e la sua durata varia secondo le fasce di età di appartenenza.

Nel dettaglio:

. 3 anni per i minori di età inferiore a 3 anni;

. 5 anni per i minori di età compresa tra i 3 e i 18 anni;

. 10 anni per i maggiorenni.

Il cittadino dovrà recarsi in Comune munito di fototessera, in formato cartaceo o elettronico, su un supporto USB. La fototessera dovrà essere dello stesso tipo di quelle utilizzate per il passaporto.

E' consigliabile, all'atto della richiesta, munirsi di codice fiscale o tessera sanitaria al fine di velocizzare le attività di registrazione.

Prima di avviare la pratica di rilascio della CIE bisognerà versare, presso le casse del Comune, la somma di € 22,00 ( € 27,00 in caso di smarrimento, deterioramento o rettifica dati richiesta dal cittadino )

Nel caso in cui il richiedente la CIE sia genitore di minori è necessario che presenti anche dichiarazione di assenso all'espatrio sottoscritta dall'altro genitore o esercente la responsabilità genitoriale, ai sensi della legge n. 1185 del 1967. In alternativa è necessario fornire l'autorizzazione del giudice tutelare. L'assenso ovvero l'autorizzazione del giudice devono essere presentati anche nel caso in cui la richiesta di emissione del documento riguardi il minore. 

Il cittadino riceverà la CIE all'indirizzo indicato entro 6 giorni lavorativi dalla richiesta. Una persona delegata potrà provvedere al ritiro del documento, purchè le sue generalità siano state fornite all'operatore comunale al momento della richiesta.

Nel caso di impossibilità del cittadino a presentarsi allo sportello del Comune a causa di malattia grave o altre motivazioni (reclusione, appartenenza ad ordini di clausura, ecc.), un suo delegato (ad es. un familiare) deve recarsi in Comune con la documentazione attestante l'impossibilità a presentarsi presso lo sportello. Il delegato dovrà fornire la carta d'identità del titolare o altro suo documento di riconoscimento, la sua foto e il luogo dove spedire la CIE. Effettuato il pagamento, concorderà con l'operatore comunale un appuntamento presso il domicilio del titolare, per il completamento della procedura.

 

 


PASSAPORTO

Il passaporto ordinario è individuale e possono ottenerlo tutti i cittadini sin dalla nascita, salvo ricorrano le cause ostative al rilascio previste dall'art. 3 della legge n. 1185 del 1967. All'atto della presentazione della domanda l'interessato deve comprovare nei modi di legge la sua identità, il possesso della cittadinanza italiana, lo stato di famiglia e se si è sottoposti o meno a procedimento penale. Il passaporto ordinario è rilasciato dal Questore, è valido per dieci anni e può essere rinnovato anche prima della scadenza per periodi complessivamente non superiori a dieci anni dalla data del rilascio. Decorsi dieci anni dalla data del rilascio il passaporto non è più rinnovabile ed occorre farsene rilasciare uno nuovo. Tutti i minori per viaggiare devono essere in possesso di documento individuale. Si ricorda che l'iscrizione del minore sul passaporto del genitore non è più valida dal 27.06.2012. I passaporti dei genitori con iscrizione di figli minori rimangono validi per il solo titolare fino alla naturale scadenza del documento stesso.
  
Per tutti gli adempimenti rivolgersi alla Questura  di VERCELLI.

 

CERTIFICATI DI NASCITA, MATRIMONIO E MORTE

Requisiti:
Essere residenti nel Comune di LIVORNO FERRARIS.
Per i soli "estratti" è necessario che l'atto originale di nascita, di matrimonio o di morte, a cui si riferisce l'estratto, sia conservato dal Comune di LIVORNO FERRARIS.

Contribuzione:
Tutti i certificati e gli estratti di stato civile sono esenti da imposta di bollo e da qualsiasi diritto.

Descrizione:
L'Ufficio dello Stato Civile rilascia certificati ed estratti per riassunto relativi agli atti di nascita, di matrimonio e di morte.

Nel certificato di nascita sono indicati: le generalità dell'interessato; numero, parte e serie dell'atto. Nell'estratto per riassunto dell'atto di nascita sono riportate, oltre ai suddetti elementi, le eventuali annotazioni presenti sull'atto (apertura di tutela, nomina di tutore o curatore, matrimonio, divorzio, cessazione degli effetti civili del matrimonio concordatario, interdizione, acquisto o perdita della cittadinanza italiana, morte presunta, morte). Inoltre possono essere indicate la paternità e la maternità, su richiesta dell'interessato ed al fine di esercitare diritti o doveri derivanti dallo stato di legittimità o di filiazione. Infine, solo sugli estratti per riassunto per uso pubblicazioni di matrimonio si possono riportare annotazioni riguardanti l'annullamento canonico e l'annullamento della trascrizione del matrimonio concordatario.

Il certificato di matrimonio enuncia le generalità dei coniugi, il luogo e la data di celebrazione del matrimonio, il numero, la parte e la serie dell'atto. Nell'estratto per riassunto dell'atto di matrimonio sono riportate, oltre ai predetti elementi, le eventuali annotazioni riguardanti: convenzioni patrimoniali, costituzione del fondo patrimoniale, fallimento, ricorsi per separazione personale, scioglimento del matrimonio, cessazione degli effetti civili.

Il certificato di morte riporta le generalità del defunto, il suo stato civile, il luogo e la data del decesso, il numero, la parte e la serie dell'atto. Nell'estratto per riassunto dell'atto di morte si possono aggiungere la paternita' e la maternita', su richiesta dell'interessato ed al fine di esercitare diritti o doveri derivanti dallo stato di legittimita' o di filiazione.

I certificati di stato civile, gli estratti e le copie integrali hanno validità per sei mesi. Possono avere valore anche successivamente, se l'utente dichiara in calce al certificato che le informazioni in esso contenute non hanno subito modifiche. I certificati che attestano dati non soggetti a mutamenti (ad es. morte) hanno validità illimitata.
I certificati di Stato Civile, nei rapporti con le Pubbliche Amministrazioni, possono essere sostituiti da autocertificazione.
Normativa: D.P.R. 03/11/2000, n. 396, Legge 31 ottobre 1955 n. 1064, D.P.R. 2 maggio 1957 n. 432, Legge 10 febbraio 1982 n. 34, D.P.R. 28/12/2000, n. 445.